mercoledì 6 settembre 2017

The Idolm@ster.KR


Bentornati a tutti, anche questa calda estate 2017 volge al termine e il vostro Fab è da poco tornato in città cercando di riabituarsi alla routine lavorativa. Tra le altre cose capitate in questi stranianti primi giorni post ferie, ho trovato su PS4 l'app di Prime Video (il servizio televisivo di Amazon, per chi non lo sapesse, un concorrente di Netflix) il che mi ha fatto piacere perché mi permetterà di seguire le sue proposte anche sul televisore principale.
Una volta installata l'app, la mia attenzione è stata subito attirata dal banner sopra, che faceva riferimento alla versione Live di un anime che personalmente ho molto apprezzato, The Idolm@ster, affiancato dal suffisso .KR che stralunato come sono in questi giorni non ho subito associato alla Corea, ma l'equivoco è durato poco.
Ebbene si, The Idolm@ster.KR è un telefilm coreano prodotto in esclusiva da Amazon che vuole riprendere lo stesso canovaccio dei videogiochi e della serie animata, con protagoniste tutta una serie di bellissime ragazze, tutte intenzionate a diventare idol di successo (non vorrei sbagliare ma credo che molte delle interpreti non siano debuttanti, ma provengano già dal mondo dello spettacolo).




La serie è una novità freschissima, il primo episodio è uscito il 28 aprile 2017 e da allora ne viene rilasciato uno a settimana: al momento il cui scrivo siamo arrivati a 19 episodi da 45 minuti l'uno, ma credo che la serie sia ancora in corso. L'unica lingua disponibile è il coreano, ma sono disponibili sottotitoli in moltissime lingue, compreso l'italiano: purtroppo la qualità degli stessi non è eccelsa, ci sono molti errori di spaziatura e qualche traduzione errata, ma nel complesso le vicende si riescono a comprendere.



Per il momento mi limiterò a parlarvi del primo episodio, riservandomi ulteriori interventi qualora decidessi di proseguire nella visione. The Idolm@ster.KR parla ancora del sogni di un gruppo di ragazze, determinate a diventare idol, ma cambia alcune delle carte in tavole.
Innanzitutto viene elevata notevolmente l'età delle protagoniste, non più ragazzine liceali, ma ragazze si giovani, ma adulte, alcune alla soglia dei trent'anni. A questo si accompagna un tono molto più serio e drammatico delle vicende, di momenti allegri e scanzonati non se ne vedono in questi primi 45 minuti.
La trama segue le vicende di diversi personaggi: Suah, un membro dell'affermato gruppo di idol noto come Red Queen, muore in un incidente stradale. Questo sconvolge il suo manager (e forse amante), SungHoon, che lascia il lavoro, e la sorella gemella Suji, che abbandona il mondo dell'atletica per mettersi a fare lavoretti casuali.
Un anno dopo il tragico incidente le Red Queen tornano sulle scene con un nuovo membro, Chae, che per entrare nella band abbandona le sue amiche, un gruppo di aspiranti idol capeggiate da YounJoo, che da anni si allena senza essere ancora riuscita a debuttare. Ben presto le strade dei vari personaggi finiranno con l'incrociarsi...



In conclusione pur prendendo spunto da un brand famoso e apprezzato nel mondo otaku, questo Idolm@ster.KR presenta solo alcuni elementi in comune: il sogno delle ragazze e il fatto che per aiutarle a realizzarlo ci sia un'agenzia un po' sui generis, la 825 Entertainment. Il passaggio da Giappone a Corea e i toni più seri e drammatici per il sottoscritto hanno rappresentato una netta cesura rispetto al prodotto originale: le idol coreane sono decisamente più adulte e sexy che non le ragazzine giapponesi, ma questo direi che è inevitabile considerando il cambio di ambientazione. Resta da vedere se con i prossimi episodi assisteremo ad un alleggerimento dei toni o se continueranno sulla strada del drama: per scoprirlo non posso che consigliarvi la visione, oppure rimandarvi al prossimo, eventuale, articolo. A presto!

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento: lo stesso diventerà visibile solo dopo un controllo da parte del titolare del blog. Grazie per la comprensione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...