martedì 23 luglio 2019

​Saint Seiya: Knights of the Zodiac by Netflix


Eccoci qui a parlare del remake di un classico dell'animazione giapponese, annunciato da tempo dai tipi di Netflix e sul quale, a dirla tutta, non è che mi facessi troppe illusioni. Quando un produttore decide di rivisitare una serie uscita ormai nei preistorici anni '80 che cosa si pone come obiettivo? Attirare i fan di vecchia data, con il forte rischio di deluderli oppure acquisirne di nuovi sfruttando un immaginario ben consolidato che aveva funzionato così bene, ma da aggiornare ai tempi moderni? Guardando il risultato finale ho il sospetto che i tipi di Netflix non siano riusciti a decidersi a quale target puntare...

giovedì 18 luglio 2019

Sword Art Online Alternative: Gun Gale Online by Netflix

Ben ritrovati, ritorno a scrivere sul blog per parlarvi di una vera e propria visione "a caso", di quelle che faccio spinto dalle motivazioni più diverse e poco sensate, del tipo "questa nanetta in rosa col mitra si vede dappertutto ultimamente, chissà come sarà 'sto anime che ha così tanta visibilità"... A volte mi va bene, a volte no...


Quello di Sword Art Online è uno dei brand dell'animazione nipponica più noti e in voga dell'ultimo decennio, sotto il quale troviamo romanzi, manga e anime a profusione. Personalmente avevo seguito la prima serie di SAO, ma dopo una partenza promettente mi aveva deluso e annoiato, ragion per cui non ho più visto o letto nulla fino al qui presente Sword Art Online Alternative: Gun Gale Online.

martedì 5 marzo 2019

Knight’s & Magic by Yamato Animation

Dopo un lungo periodo di tempo in cui la visione di anime, vecchi o nuovi, era diventata una faccenda piuttosto sporadica, nelle ultime settimane e senza una ragione precisa si è riaccesa la vecchia passione e ho cominciato a spararmi cartoni giapponesi a tutto spiano. Certo, è un bel vivere oggi rispetto a prima, quando dovevo cercare i siti dei fansubber e scaricare episodio per episodio, oppure andare in fumetteria e decidere su quale serie in dvd\bd investire i sudati risparmi: è bastata una breve ricerca presso i servizi di streaming legale a mia disposizione (Netflix, VVVVID, YouTube...) per trovare anime a non finire. 


L'unico comune denominatore nella mia rinnovata voglia di animazione giapponese è il fantastico, sono andato alla ricerca di serie che conoscevo ma ancora non avevo visto, da titoli famosi come L'attacco dei giganti e Goblin Slayer a prodotti che mi incuriosivano, come le tre serie di Overlord. Nel mezzo è capitato anche che ci finissero anime assai meno meritevoli come il qui presente Knight’s & Magic.

venerdì 11 gennaio 2019

Final Fantasy XV, ovvero un colpo al cuore: i giapponesi non possono più fare videogiochi ambiziosi?


Nel 2016 usciva Final Fantasy XV e personalmente ne valutai seriamente l'acquisto. Non giocavo ad un FF dal capitolo X-2 e sentivo la voglia di ritornare a vivere una delle saghe che avevano caratterizzato i miei lontani anni da videogiocatore incallito. Però la presenza di quei quattro fighetti come protagonisti mi trattenne dal preordinare il titolo (all'epoca ancora preordinavo i giochi per risparmiare qualcosa, adesso basta aspettare un paio di settimane dal lancio per vederli scendere di prezzo) e le critiche distruttive che ne accompagnarono il lancio mi convinsero che forse non valeva la pena spenderci sopra i miei sudati euro. Passa il tempo, leggo distrattamente qualche news sul gioco, sui problemi avuti in fase di sviluppo, su correzioni e dlc, ma non lo prendo mai seriamente in considerazione fino all'estate del 2018, quando Mediaworld fa una promozione irresistibile: 3 giochi a 10 euro. Nella lista dei titoli disponibili c'è anche FFXV, ovviamente versione base, lo interpreto come un segno del destino e procedo all'acquisto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...