venerdì 11 febbraio 2011

Recensione: Echidna by Megahouse


Bentornati, oggi torno ad occuparmi di donnine giapponesi e nello specifico del mio ultimissimo acquisto, la Echidna di Megahouse, tratta da Queen's Blade.


Si tratta di una figure uscita nel 2008, che io ho acquistato solo adesso grazie ad un'occasione capitatami su MFC: una ragazza belga la vendeva a 22 euro ed il prezzo era davvero troppo invitante, specie considerando che si trattava della Special Edition del modello. Ovviamente la spedizione dal Belgio non ha comportato spese di dogana ed Echidna mi è arrivata in tre giorni.


Echidna è una delle guerriere più forti tra quelle che partecipano al Queen's Blade: è un'elfa, quindi vive da diverse centinaia di anni e può vantare un'esperienza senza pari nel combattimento, eguagliata forse dalla sola Alleyne, della quale è infatti una rivale. Nell'anime viene assunta come mercenaria per riportare a casa la fuggitiva Reina, ma Echidna finisce per affezionarsi alla ragazza e diventare per lei una specie di mentore: i suoi allenamenti speciali, sempre equivoci e ricchi di fan-service, renderanno Reina maggiormente consapevole delle sue qualità, come donna e come guerriera.
Da parte sua Echidna è un personaggio estremamente sexy e provocante, aspetto sottolineato in particolar modo dal fatto di girare senza... biancheria intima! Al posto delle classiche pantsu, infatti, l'elfa in questione preferisce far avvolgere le sue parti intime dalle spire di un serpente vivo, o da uno slime colorato, presente in questa versione speciale della statua.









Visto il personaggio equivoco, lo scultore ha pensato bene di ritrarlo in una posa quantomeno imbarazzante: piegata a 90 gradi, con gli abbondanti seni che pendono maliziosi in avanti e il fondoschiena in bella mostra dietro, il tutto impreziosito dalla possibilità di far indossare ad Echidna il suo amato serpente oppure il bizzarro slime. In entrambi i casi il risultato non è per nulla "coprente" e sicuramente allusivo... vabbè, facciamo che vi guardate le foto da soli e mi evitate altri imbarazzanti giochi di parole, va bene? Dico solo che se in quel punto lì non vedete  niente é perché la Megahouse ha pensato bene che non fosse il caso di dettagliare troppo quella parte del corpo, e a quel punto tanto valeva evitare di metterla così in evidenza...
Archiviato il discorso sul posteriore della ragazza, per il resto ci troviamo di fronte ad un ottimo modello, ricco di dettagli e impreziosito da una scultura di alto livello. In particolare mi ha colpito la cura con cui è stato realizzato l'equipaggiamento di Echidna: scudo, spada e spalline sono davvero ricche e curate, così come lo scarno giubbino e i lunghi gambali, che terminano in una vezzosa protuberanza.











Mi piace molto anche la colorazione, che presenta tonalità accese e dona lucentezza agli abiti, mentre avrei preferito che l'espressione del viso fosse più maliziosa, in linea col carattere del personaggio. Sotto tono invece la base, costituita da un semplice piedistallo in plastica trasparente, con sopra inciso il logo di Queen's Blade.
La particolare posa del modello richiede, perché sia valorizzato al massimo, un posizionamento  in mensole sopraelevate, altrimenti di Echidna si vedrebbero soprattutto la schiena e il posteriore, dato che anche il viso è orientato verso il basso. 





1 commento:

  1. Ciao intanto complimenti per il blog. Lo seguo da un po' ma non ti ho mai scritto, quindi colgo l'occasione x complimentarmi adesso.
    Senti volevo chiederti come funziona l'acquisto da my figure collection. Scusa ma non ho mai fatto caso alla possibilità di acuistare dagli utenti. Grazie per un'eventuale risposta.
    Se preferisci mi puoi risp alla mia email. nicu82@libero.it.
    Grazie!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento: lo stesso diventerà visibile solo dopo un controllo da parte del titolare del blog. Grazie per la comprensione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...